Passeggiata di salute a massima visibilità per Siamo Tutti Pedoni

A passo spedito e con fascette catarifrangenti al braccio, a spasso per le pittoresche e fredde vie del centro di Bologna: è il gruppo che si è messo in cammino per la "Passeggiata di Salute a massima visibilità" organizzata da Centro Antartide e MuoviBo in occasione del solstizio di inverno. Oggi giovedì 21 dicembre infatti è la giornata più "corta" dell'anno: Siamo Tutti Pedoni, la campagna nazionale per la sicurezza degli utenti vulnerabili della strada promossa dal Centro Antartide e dai sindacati pensionati SPI CGIL, FNP CISL e UILP, ha colto l'occasione di questo solstizio d'inverno per rimettere al centro il tema della visibilità per quanto riguarda la sicurezza dei pedoni, che proprio nei mesi invernali vede il momento di rischio più alto.

Insieme al Centro Antartide i rappresentanti cittadini dei sindacati pensionati SPI CGIL, FNP CISL e UILP, WWF Bologna e Legambiente Bologna si sono uniti per questo alla camminata sportiva settimanale di MuoviBO, il progetto di passeggiate "a passo spedito" che uniscono mobilità pedonale, salute, socialità e conoscenza della città in percorsi che sono vere e proprie Metropolitane pedonali. La camminata è stata preceduta dalla distribuzione delle fascette catarifrangenti di Siamo Tutti Pedoni con l'idea di dedicarla proprio alla promozione della pedonalità in città e al tema del camminare in città in sicurezza.

Nonostante la diminuzione del numero di morti e di incidenti stradali complessivo degli ultimi 5 anni, le nostre città, e Bologna non fa eccezione, si rivelano spazi ancora pericolosi e di difficile convivenza tra i diversi utenti della strada. Ne è un chiaro segnale l'episodio della scorsa settimana dell'investimento di un'anziana signora a Zola Predosa. Sono più di 70 i pedoni che hanno perso la vita sulle strade di Bologna negli ultimi 10 anni, 2586 i feriti (Dati ISTAT): un totale di quasi 3000 persone che si muovevano a piedi rimaste coinvolte in incidenti stradali, per la maggior parte causati dall'eccesso della velocità di chi guidava veicoli, auto o moto. La situazione riflette il trend nazionale per il quale quasi la metà delle vittime della strada complessive (il 44,5 %) tra pedoni, ciclisti, automobilisti e motociclisti perde la vita nei nostri centri urbani. Di questi il 62% ha più di 65 anni, a dimostrazione che i più anziani sono la categoria a maggiore rischio. E le prime anticipazioni sui dati 2017 sembrano segnare un nuovo dato negativo.

Siamo Tutti Pedoni, avviata qualche giorno fa con il patrocinio di Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ministero della Salute, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Anci e Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna, si concentra per questa edizione, accanto al tema della visibilità, su quello della rigenerazione urbana, con l'idea che per migliorare la sicurezza sia necessario ripensare la visione della città e dei suoi spazi.

Tutte le info su www.siamotuttipedoni.it - www.facebook.com/SiamoTuttiPedoni

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee