EspertOVER65: al via il tavolo di lavoro sulla sicurezza stradale degli anziani

Continuano le attività della campagna nazionale Siamo Tutti Pedoni – per la sicurezza degli utenti deboli della strada che negli ultimi giorni ha visto, accanto alla manifestazione del Comune di Catania, anche l’avvio di un tavolo di lavoro dedicato nello specifico alla sicurezza stradale degli anziani. Si è tenuto infatti a Roma lo scorso lunedì il primo incontro di ESPERTOver65, il tavolo di lavoro per la realizzazione di un modello interdisciplinare di Educazione Stradale Permanente per Over65 promosso da Centro Antartide insieme a Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con la partecipazione dei Sindacati Pensionati (Spi Cgil, Fnp Cisl e ‪UILP‬), dell’Istituto superiore di sanità, Anci, Osservatorio Sicurezza Stradale Regione Lombardia, Agenzia per la mobilità del Piemonte, Agenzia per la mobilità di Roma, Comune di Bologna e ACI.

I lavori, che rientrano nelle attività del progetto “Sulla Buona Strada” del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti oltre che nelle azioni della campagna Siamo Tutti Pedoni del Centro Antartide di Bologna, nascono dalla constatazione che il rischio di infortunio causato da investimento stradale nelle città italiane è particolarmente alto per i pedoni anziani: il maggior numero di pedoni morti si registra infatti nella fascia di età compresa tra 80 e 84 anni, mentre in quella tra 70 e 74 anni c'è il numero più alto di feriti. La percezione che la strada sia un luogo insicuro è molto diffusa tra gli anziani e spesso li spinge a limitare ulteriormente la propria mobilità, con ricadute negative sulla loro vita sociale e sulla loro autosufficienza. Per questo il progetto vuole contribuire, attraverso la creazione e realizzazione di un apposito modello educativo, ad aumentare la sicurezza stradale degli over 65, a ridurre i fattori di rischio e a prevenire gli incidenti che coinvolgono questa categoria di popolazione.
Sempre lo scorso lunedì nell’ambito di Siamo Tutti Pedoni il Comune di Catania, aderente della campagna, ha coinvolto duecento studenti delle scuole elementari e medie e altri soggetti cittadini in un grande evento pubblico di piazza: scarpe, cartelloni e “fantamulte” ha accompagnato la distribuzione dei libretti della campagna, mettendo in particolare l’accento sulla sicurezza dei pedoni più giovani. L’evento ha segnato l’avvio della campagna sul territorio catanese, che si articolerà durante l'arco temporale tra ottobre e marzo, nel quale, in base agli studi statistici, è più alto il numero dei pedoni, vittime della strada. "L'Amministrazione - ha detto l'assessore alla Viabilità Rosario D'Agata - si preoccupa di far acquisire consapevolezza alla cittadinanza sull'importanza dell'attenzione nei confronti dei pedoni, in particolare quando questi sono bambini. La città deve essere a misura di pedone e dobbiamo sempre ricordarci di fare grande attenzione nel guidare auto e moto rispettando i limiti di velocità e le regole del codice della strada proprio per salvaguardare non solo i nostri figli ma anche gli anziani e comunque i più deboli". Era presente anche un autobus elettrico messo a disposizione dell'Amt, e "vestito" con il manifesto dell'iniziativa, che ha ospitato una mostra con i disegni realizzati dagli alunni delle scuole coinvolte. Anche la Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta) di Catania, con suoi stand ha spiegato i vantaggi dell'uso alternativo all'automobile. In piazza era presente anche l'AutoBook e, per rendere ancora più significativa la giornata con un risvolto solidale, gli alunni delle scuole hanno posto sulla sede stradale delle scarpe, per ricordare le vittime degli incidenti. Le scarpe sono state poi consegnate, attraverso il Comune, alle associazioni di volontariato che si occupano dell'assistenza ai meno fortunati.

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee