I sette segreti

Nell'ambito dell'edizione bolognese di Siamo Nati per Camminare, sabato 30 aprile alle ore 15.00 una passeggiata gratuita dedicata a bimbi e famiglie per andare alla scoperta di un lato inedito della città, naturalmente a piedi. Una visita attraverso la storia e l’arte del centro di Bologna, alla scoperta di curiosità e aneddoti poco noti. Un percorso che accenderà la curiosità di tutti i camminatori che si troveranno alle prese con nozioni e informazioni spesso poco conosciute di luoghi quotidianamente sotto gli occhi di tutti noi.
Si parte dalla Fontana del Nettuno (o in caso di pioggia dal quadriportico di Palazzo Re Enzo) sabato 30 aprile alle ore 15.00: il percorso dura 1 h e 30 circa ed è adatto a tutti i tipi di camminatori. La visita, realizzata da Succede Solo a Bologna, si inserisce nell'ambito della campagna Siamo Nati per Camminare del Comune di Bologna, ideata e promossa dal Centro Antartide, che promuove le scelte di mobilità sostenibile specialmente in città coinvolgendo in particolare bambini e famiglie: quest'anno la campagna si arricchisce con un calendario di passeggiate, a sottolineare il ruolo fondamentale del camminare per la socialità, la costruzione di comunità e anche la conoscenza diretta del territorio, favorita dal ritmo dei passi.
La passeggiata è aperta a un massimo di 40 partecipanti. La partecipazione è gratuita ed è obbligatoria la registrazione, da effettuare inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. : le iscrizioni saranno prese in ordine di arrivo. E' possibile iscrivere un massimo di 4 persone per ogni registrazione.

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee