ConsumAbile: fai come se fossi a casa tua!

Si è conclusa con il mese di giugno l’ultima edizione della campagna ConsumAbile della Regione Emilia-Romagna, rivolta quest’anno ai dipendenti pubblici con l’obiettivo di promuovere stili di vita sostenibili a partire dal luogo di lavoro. Questa edizione, curata per la regione da una rete di partner tra cui il Centro Antartide, si rivolge a chi lavora nelle strutture pubbliche e in particolare ai responsabili degli acquisti e della gestione logistica e informatica: diverse azioni hanno lavorato negli scorsi mesi per incentivare un corretto comportamento nella gestione dei beni e dei servizi nei luoghi di lavoro pubblici, evitare gli sprechi, utilizzare al meglio le risorse per intervenire sui consumi energetici, idrici e sull’impatto ambientale della struttura e dei dipendenti durante l’orario di lavoro, ma anche promuovere gli acquisti verdi (altrimenti noti come GPP – Green Product Procurment) e dei prodotti con i principali marchi ambientali (ad es. Ecolabel, EPD, Carbon footprint, FSC), attraverso percorsi di informazione/formazione on line rivolti agli addetti pubblici responsabili degli acquisti.

Nove comuni in tutta la Regione sono stati oggetto dei particolari WasteBuster (Caccia allo spreco), audit ambientali riguardanti gli edifici sede del comune o di altre attività pubbliche, la mobilità di spostamento per recarsi al lavoro di quanti ci lavorano, l’organizzazione del lavoro ed il consumo energetico, gli acquisti verdi e la raccolta differenziata all’interno degli uffici. In seguito le diverse sedi interessate sono state interessate da insoliti momenti di coinvolgimento e comunicazione, azioni di guerrilla marketing e ambient advertising messe in atto “a sorpresa” con l’obiettivo di raggiungere e coinvolgere in maniera ancora più attiva i dipendenti della struttura: sono infatti stati affissi in maniera permanente alcuni materiali informativi di ConsumAbile, rivolti a lavoratori ed altri utenti, che faranno da promemoria per i comportamenti virtuosi dentro agli uffici.
“Fai come fossi a casa tua” è il motto di quest’anno: e proprio in questa chiave sono state declinate le tante “Pillole”. Dall’indicazione per un uso sostenibile dei servizi igienici (in materia di risparmio idrico e non solo), ai consigli per consumare meno carta e cartucce possibile nelle attività di ufficio, dai promemoria che riguardano il controllo della temperatura negli uffici e il consumo energetico degli apparecchi elettronici come computer e stampanti alle indicazioni relative agli ambienti di lavoro (riscaldamento, luce, piante), da qualche piccolo suggerimento anche in materia di snack e pasti alle scelte di mobilità, fino ad arrivare al promemoria di preferire sempre le scale all’ascensore. Diversi cartigli, su questi differenti aspetti, appesi negli ambienti di pertinenza (bagni, area ristoro, uffici e open space) e altrettanti adesivi recanti gli accattivanti slogan della campagna (“Non puoi piangere sull’acqua versata”, “Porgi l’altro lato. Della Carta”, “Quando hai finito stacca davvero”) sono stati diffusi negli spazi delle strutture, affinché i dipendenti si ricordino in ogni momento di essere il più sostenibili possibile in tutte le loro attività, lavorative e non. L’obiettivo è quello di ridurre gli sprechi proprio a partire dalle persone: con l’auspicio che adottino in maniera sempre più diffusa comportamenti virtuosi dal punto di vista della sostenibilità, proprio per fare come se fossi a casa tua.
Tanti gli eventi organizzati nel corso di questa edizione di ConsumAbile, dai momenti informativi gestiti dalle associazioni regionali dei consumatori in occasione di convegni e iniziative pubbliche all’animazione del “gioco da Piazza” della campagna che ha coinvolto i dipendenti delle sedi di via Aldo Moro in occasione della giornata dedicata ai consumi alimentari consapevoli, dai “pit stop” organizzati durante la giornata dell’aria in tutta la regione per sensibilizzare i dipendenti sulle scelte di mobilità sostenibile, fino ad arrivare all’aperitivo, naturalmente sostenibile, organizzato a conclusione del percorso a Bologna lo scorso 25 giugno con la partecipazione di Giorgio Comaschi. Shopper in iuta, coprisella a altri gadget “utili” della campagna sono stati diffusi nelle varie iniziative per mantenere l’attenzione alta su questi temi.
ConsumAbile è una campagna attiva dal 2007 e vuole agire sul tema dei comportamenti e dei consumi individuali e collettivi, lavorando a orientare le scelte in vari ambiti su soluzioni che siamo il meno impattanti possibili sull’ambiente, dalle emissioni al consumo di risorse, dall’inquinamento allo spreco di energia. L’edizione di quest’anno è finanziata dal Ministero dello Sviluppo economico ai sensi del D.M. del 28/05/2010 e fa parte dell’intervento “Cittadini consumatori: essere informati per compiere scelte sostenibili, salutari e sicure” promosso dal programma generale della Regione Emilia–Romagna.

Info e materiali su: www.regione.emilia-romagna.it/consumabile

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee