Le Smart Island di Centro Antartide e Dualica a Ecomondo di Rimini

  • Stampa

ecosistemi mobili
Dopo la collaborazione con la Smart City Exhibition, le Smart Island arrivano alla fiera Ecomondo di Rimini, l’importate manifestazione nazionale sui temi dello sviluppo sostenibile, dell’ambiente e del recupero di materia ed energia in programma dal 7 al 10 di novembre. La particolare installazione si troverà perfettamente inserita le padiglione “La città sostenibile”: nata come mostra espositiva dei progetti sostenibili nelle città italiane ed europee, quest'anno è diventata una vera e propria città da vivere con i propri quartieri dedicati alla mobilità sostenibile, al risparmio energetico, alle reti smart (energetiche, di dati, di rifiuti) e all´edilizia sostenibile con la riqualificazione del territorio.

 

Non poteva trovare collocazione migliore la Smart Island di Ecosistemi Mobili, una piccola isola di decompressione in cui i visitatori possono rilassarsi tra un workshop ed una  conferenza, trovare una dimensione perfetta per poter socializzare e per poter vivere un momento di  riflessione sull'esperienza vissuta.  L’installazione nasce da un progetto di Centro Antartide e Dualica, con l’obiettivo di dare vita a microcosmi autosufficienti, sostenibili  e green, connessi alla rete.  Collettori sociali, un’idea di intervento architettonico eco-sostenibile ed un esempio di recycling design.... in una parola SMART.

La Smart Island si compone di un tappeto di erba su cui sono state collocate una particolare bicicletta e alcune vecchie taniche di ferro, un tempo utilizzate per il trasporto del petrolio, opportunamente rigenerate e trasformate in originali sedute, aiuole con piante e arbusti.  Si tratta di un progetto di urban green, recycle design e socializzazione informale: la Smart Island sviluppa e applica i concetti di smart city, si inserisce nel rapporto tra l’ambiente e il verde urbano per promuovere la riscoperta di una nuova socialità intorno agli spazi comuni.

La Smart Island è autosufficiente  dal punto di vista energetico: è infatti possibile accendere l’illuminazione o caricare il proprio cellulare, smartphone, Iphone o Ipad attraverso un  bicigeneratore e quindi utilizzando semplicemente l’energia delle proprie pedalate.  Invita alla mobilità sostenibile nell'utilizzare come bicicletta motrice quelle del bike-sharing di Milano BikeMi,  suggerendo un’idea intelligente per affrontare i problemi di mobilità nelle città.  È green perché ospita un piccolo ecosistema naturale che oltre a rendere piacevole l'ambiente contribuisce, anche se in minima parte, alla riduzione della CO2. È connesso alla rete grazie alla postazione pc touch collegata al bicigeneratore e connessa al WiFi della fiera.  È  collettore sociale grazie alle tante sedute che creano uno spazio pubblico che facilita l’interazione e la comunicazione. È infine anche un progetto architettonico di recycle design che si propone anche come esempio concreto e sostenibile per la riqualificazione urbanistica delle nostre città.

La Smart Island è parte del più ampio progetto “Ecosistemi Mobili”, che vuole portare anche all’esterno, nelle città , vere e proprie isole di vegetazione che si spostano agilmente su ruote: gli stessi elementi di recycle design, piante autoctone e sedute sono pensati per essere introdotti nelle piazze e nelle vie, collocati in luoghi particolari, dove diventano occasione per la riqualificazione urbana, l’attivazione sociale, le relazioni, la socialità, l’educazione ambientale e civile ed il community building. Smart Island è un progetto del Centro Antartide di Bologna e dell’associazione Dualica, in collaborazione con Biodivercity, ClearChannel, Bicigeneratori.it, Avola Coop ed Ecomondo – La Città Sostenibile.

Per Informazioni: ecosistemimobili.it, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.