In media stat bus

Questa mattina alle scuole medie Montalcini ospite d'eccezione la campionessa olimpica di nuoto Martina Grimaldi, che ha portato ai ragazzi il racconto dei suoi successi assieme alle regole per fare un buon viaggio in autobus. L'insolito connubio tra sport e trasporto pubblico arriva a sottolineare l'importanza del rispetto delle regole nelle gare così come nella vita di comunità, specialmente sul bus dove la vicinanza amplifica le dinamiche di convivenza: è il primo appuntamento di "In media stat bus", un progetto-concorso di Tper, in collaborazione con il Centro Antartide, che si rivolge alle scuole medie bolognesi. Brochure, manifesti e speciali eventi nelle scuole - che coinvolgeranno nei prossimi giorni anche la campionessa del mondo di pattinaggio Rebecca Tarlazzi e gli atleti della squadra femminile e maschile del Rugby Bologna 1928 - per ricordare ai giovani passeggeri che la qualità del trasporto pubblico dipende dalle virtù di tutti, azienda e comunità viaggiante.

Nello sport, così come sull’autobus, le regole sono fondamentali. Le norme che disciplinano il gioco, il rispetto per gli avversarsi e per le decisioni degli arbitri e anche, per gli sport di squadra, la collaborazione e l’affiatamento con i compagni: non può esserci gara o partita senza questi elementi fondamentali. Allo stesso modo un viaggio in bus è tanto più piacevole quanto più chi viaggia si attiene ad alcune norme (scritte e non scritte) e in particolare accende il rispetto e la collaborazione con gli altri passeggeri, possibilmente con un pizzico di cortesia e gentilezza.

È con questo messaggio che è partito nelle scuole secondarie di primo grado di Bologna il progetto “In media stat bus”, promosso da TPER nell’ambito della ormai quadriennale attività “L’autobus da comunità a community”: un’occasione per ragionare con questi giovani passeggeri del valore del trasporto pubblico cittadino, un vero e proprio bene comune il cui buon funzionamento dipende dalla cura che ne hanno tutti. Ragazzi ed insegnanti hanno ricevuto nei giorni scorsi il manifesto e la pubblicazione “Le linee del rispetto” che, accanto ad alcune informazioni sull’azienda, invitano gli studenti a soffermarsi su 10 regole (ciascuna rappresentata da una immaginaria linea di bus) che è necessario seguire quando si sale su un mezzo pubblico: dall’uso corretto delle porte di salita e di discesa (non solo una convenzione ma un vero e proprio modo per rendere più agevoli gli spostamenti a bordo e ridurre perfino i ritardi) alla validazione del biglietto, dall’attenzione agli altri passeggeri (specialmente quelli con difficoltà di movimento) al tema del vandalismo, fino ad arrivare anche a quei comportamenti che mettiamo in atto in strada (slalom fra gli autobus, attraversamenti pedonali improvvisi) e che, anche se non siamo a bordo, influiscono direttamente su quello che succede sul bus. Perché l’autobus, in fondo, non è altro che una piccola “piazza in movimento”, una comunità in viaggio inserita saldamente nella più grande comunità cittadina.

Accanto alle pubblicazioni le scuole saranno anche teatro di alcuni speciali incontri con alcuni campioni dello sport bolognese: oggi la nuotatrice medaglia di bronzo olimpica Martina Grimaldi, in forza al gruppo sportivo della Polizia di Stato Fiamme Oro Napoli e al Circolo Nuoto UISP di Bologna, ha “esordito” alle scuole medie Rita Levi Montalcini; nei prossimi giorni, in altre scuole medie della città, sarà la volta della campionessa del mondo di pattinaggio Rebecca Tarlazzi , poi di Luzia Vetrini e Francesco Macchione, atleti rispettivamente delle squadre di serie A femminile e B maschile del Rubgy Bologna 1928.

A partire dal racconto dei successi sportivi di questi atleti, i ragazzi sono invitati a confrontarsi con loro sul ruolo delle regole in campo e nella vita di tutti i giorni, sulla loro ragione d’essere e sulle conseguenze del seguirle e dell’infrangerle. Gli appuntamenti si concludono poi con una improvvisazione teatrale che invita gli studenti a immedesimarsi nei diversi “personaggi” presenti nelle tipiche situazioni di bus (studenti, anziani, mamme, turisti, ma anche autisti e verificatori), per ricordare che spesso, ancora prima delle norme, basta un po’ di attenzione all’altro.

Nell’ambito del progetto “In media stat bus” è previsto uno speciale concorso: il 17 maggio si terrà un clickday in cui tutte le classi delle scuole medie di Bologna potranno collegarsi a una pagina del sito Tper rispondendo a una serie di domande sulle “Linee del Rispetto”: per la classe che risponderà correttamente e più rapidamente in palio 500 euro da utilizzare per il viaggio di una o più gite scolastiche in pullman.

In media stat bus è un progetto didattico promosso da TPER in collaborazione con il Centro Antartide di Bologna e con la partecipazione del Teatro dei Mignoli, nell’ambito del percorso “L'autobus da comunità a community” che da quattro anni fa incontrare gli autisti e i verificatori dell’azienda con studenti delle scuole secondarie di I e II grado di Bologna e Ferrara.

La pagina del sito TPER relativa al progetto didattico è al link www.tper.it/inmediastatbus .

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee