Urban Knitting e Resistenza per Ozzano TVB

Un 25 aprile speciale si è celebrato ieri a Ozzano dell’Emilia: una speciale installazione di “Maglia Urbana”, coloratissime decorazioni a maglia e in tela, ha circondato il monumento ai caduti della resistenza ozzanese in occasione delle celebrazioni in la città ha ricordato la liberazione. Opera di un gruppo di cittadini attivi del progetto “Ozzano Ti Voglio Bene”, promosso dal Centro Antartide e dal Comune di Ozzano con il supporto di Conad, in collaborazione con i ragazzi delle scuole medie.  In Europa si chiama “Urban Knitting” o “Yarn Bombing” e consiste nel ricoprire e decorare alberi, panchine, cestini e altri elementi dell’arredo urbano con coloratissime decorazioni a maglia e all’uncinetto, per riappropriarsi dello spazio urbano. Le signore di Ozzano non saprebbero nemmeno ripetere queste definizioni inglesi ma si sono comunque messe al lavoro da qualche mese per realizzare decorazioni ad hoc e trasformare, in occasione delle celebrazioni della Resistenza, il parco che ospita il monumento a i caduti cittadini, teatro degli appuntamenti del 21 e 25 aprile. 

Arredi tricolori, rigorosamente realizzati a maglia e all’uncinetto hanno decorato a partire da questa mattina il prato e i cespugli nell’area attorno al monumento: decorazioni coloratissime hanno avvolto anche i tigli secolari, panchine e cestini. L’installazione è stata realizzata con lana donata dai cittadini ozzanesi che hanno deciso di svuotare armadi e cassetti da gomitoli e dalla signora Marchi che ha messo a disposizione passamaneria a volontà: il tutto è stato raccolto presso la biblioteca comunale. A prestare il suo lavoro invece, un gruppo di cittadine volontarie nell’ambito del progetto “Ozzano Ti Voglio Bene”, grazie al quale il Comune di Ozzano, con la collaborazione del Centro Antartide e il supporto di Conad, ha coinvolto attraverso un percorso di partecipazione dedicato al Parco della Resistenza un gruppo di cittadini, con la finalità di promuovere la collaborazione tra cittadini e amministrazione nella gestione del parco come espressione di cittadinanza attiva: già nei giorni scorsi, in occasione della giornata ecologica del Comune, era stata svolta dai cittadini anche una pulizia collettiva di questa area verde.

L’intervento risponde alla necessità, emersa nel percorso, di rilanciare l’area del parco che circonda il monumento, riattualizzandolo specialmente pensando ai giovani. In questo senso Le volontarie Monica Landi, Cristina Cortese, Marialuisa Montroni, Rossella Ridolfi, Federica Azzanutto con la figlia Alice, Ilaria Fini, Francesca Bernardi con Filippo e Camilla, Elisa Cerè e Lucia Bellotti, guidate da due motivatissime maestre Lorella Bini e Cinzia Succini hanno poi unito la loro opera a quella della classe II E della scuola media dell’Istituto Comprensivo di Ozzano, che con la collaborazione di ANPI sta svolgendo un percorso di approfondimento su cittadinanza attiva e resistenza e ha realizzato a sua volta alcuni stendardi tricolori che hanno ricoperto il monumento durante le celebrazioni scolastiche questa mattina. La classe continuerà il suo lavoro di adozione del parco il prossimo anno quando i ragazzi realizzeranno un murales in prossimità del monumento per ricordare gli eventi della Resistenza ozzanese.
L’iniziativa si svolge nell’ambito del progetto nazionale Italia Ti Voglio Bene del Centro Antartide che coinvolge cittadini, amministrazioni, imprese e altre soggetti in momenti di approfondimento, studi, ricerche e attività che, attraverso una gestione partecipata dei beni comuni, hanno l’obiettivo di sviluppare il capitale sociale italiano.

Guarda la Gallery

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee