Note di Gentilezza

Violini e musiche oggi negli spazi del Rizzoli hanno sorpreso utenti e visitatori, accompagnando l’affissione nella struttura dei quadri della mostra Testimoni di Gentilezza: per ricordare il valore della cortesia, delle attenzioni all’altro e dell’accoglienza, specialmente nelle strutture sanitarie. Le note di “Hallelujah” di Cohen ma anche il Canone di Pachelbel, l’Aria sulla quarta corda di Bach, “My funny Valentine” e “Amore che vieni, amore che vai”: brani moderni e classici hanno piacevolmente sorpreso questo pomeriggio gli utenti dell’Istituto Ortopedico Rizzoli che si sono trovati a occupare le sale di attesa della struttura o anche solo a passare per i corridoi accanto alla portineria. È l’iniziativa Note di Gentilezza, che si è accesa in occasione della affissione dei quadri della mostra "Testimoni di Gentilezza" presso il Rizzoli: il duo di violiniste NotAlone ha allietato i pazienti in attesa, gli utenti di passaggio che si sono fermati ad ascoltare.

L'iniziativa, ideata e promossa dal Centro Antartide con il contributo della Fondazione del Monte e la collaborazione dell'Istituto Ortopedico Rizzoli, fa parte del progetto Testimoni di Gentilezza, che ha coinvolto oltre 50 testimonial del mondo della cultura e dello spettacolo (da Piero Angela a Licia Colò, da Renzo Arbore a Massimo Gramellini) nella costruzione di una mostra, esposta presso la quadreria di ASP di via Marsala nel mese di dicembre e ora diffusa nelle diverse strutture socio sanitarie della città, che invita alla gentilezza e alla cortesia nelle relazioni personale sanitarie-paziente.
All’Istituto Ortopedico Rizzoli sono apparsi i messaggi del critico d’arte Eugenio Riccomini “La gentilezza è arte quotidiana”, dell’attore Giorgio Comaschi , che ricorda che “Il sorriso fa bene. A chi lo dona e a chi lo riceve. Rende la vita di tutti più piacevole” e della scrittrice Grazia Verasani, che invita ad aggiungere ai nostri un sesto senso: “il senso degli altri. Esserci per gli altri è l’attenzione di un gesto, un sorriso o una parola nel momento giusto. È quando ci facciamo carico delle difficoltà di un altro”.
L’evento Note di Gentilezza, attraverso lo strumento della musica in un luogo insolito come una sala di attesa e di passaggio di un ospedale, vuole sottolineare il valore dell'accoglienza e del mettere a proprio agio gli utenti nei diversi ambiti e reparti della struttura. Le note divengono così gesti di gentilezza a loro volta, attenzioni inattese che vengono rivolte a pazienti e altri visitatori. La scelta di impegnare le aree comuni e non i reparti è voluta e sottolinea l’impegno a costruire un clima gentile e cortese in tutti gli ambiti della vita della struttura, non solo nel rapporto diretto con i degenti ma anche con gli utenti più “occasionali”.
Testimoni di Gentilezza è promosso dal Centro Antartide di Bologna con il contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e la collaborazione della Azienda USL Bologna, del Rizzoli e di ASP Città di Bologna. Si tratta una delle azioni di Humane Cure (www.humanecure.it) che vuole contribuire all'umanizzazione dei luoghi di cura e delle relazioni a partire da alcune sperimentazioni in corso in città.

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee