L'autobus, comunità in formazione

Futuri autisti a scuola di convivenza: è successo ieri mattina nel contesto del progetto “L’autobus da comunità a community”. In un modulo formativo specifico il Centro Antartide ha portato i temi del trasporto come bene comune nel percorso di formazione che sta coinvolgendo i nuovi assunti Tper che diventeranno a breve conducenti, con l'idea le relazioni di reciprocità e collaborazione siano al centro del buon andamento del servizio.
Il trasporto pubblico è a tutti gli effetti un bene comune, il cui buon funzionamento dipende dal comportamento di tutti, personale e utenti, e dal cui buono stato trae vantaggio tutta la comunità, viaggiante e non solo. Dopo due anni di attività nelle scuole, il progetto “L’autobus da comunità a community” attivato dal Centro Antartide con la collaborazione di Tper, dalle aule scolastiche è approdato ieri mattina anche nell’aula dei nuovi assunti dell’azienda del trasporto che stanno affrontando in questo mese la formazione per diventare autisti. Un modulo formativo dedicato che, grazie anche alla presenza di autisti esperti già coinvolti nelle attività con le scuole, ha messo in luce la centralità della relazione tra utenti e personale sui bus per il migliore svolgimento del servizio e il valore della mobilità pubblica in città.

Al centro esperienze, aspettative ma anche ansie e preoccupazioni che riguardano il rapporto con l’utenza: un percorso che ha messo a confronto il punto di vista dei futuri conducenti con quello dell’utenza più giovane, incontrata negli oltre due anni di attività nelle classi. Da questo accostamento è emerso chiaramente come le situazioni piacevoli e i momenti critici siano i medesimi per gli utenti e per il personale Tper. La loro valorizzazione e la loro soluzione avviene solo attraverso atteggiamenti rispettosi, cortesi e collaborativi che aiutano a mantenere un buon clima a bordo e a risolvere i problemi molto più di qualsiasi procedura codificata.
All’incontro, che è stato progettato e condotto dai formatori del Centro Antartide con la collaborazione dell’ufficio che si occupa della gestione del personale Tper, hanno partecipato anche Mannes Berti e Liliana De Michele, autisti esperti e già veterani del progetto, che hanno contribuito a mettere in luce gli aspetti di valore sociale del ruolo del conducente, evidenziando i risvolti motivazionali ma anche piccoli accorgimenti per favorire atteggiamenti collaborativi da parte dell’utenza. Mappe concettuali e racconti hanno consolidato l'immagine dei bus come vere e proprie piazze in movimento, una parte centrale della comunità il cui clima influenza quello di tutta la città.

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee