Alleanza Italiana per l’Anno Europeo dei Cittadini 2013: i lavori conclusivi

Si concludono con il mese di dicembre i lavori dell’Alleanza Italiana per l’Anno Europeo dei Cittadini 2013 ai quali il Centro Antartide ha partecipato come ente attivo nella promozione della cittadinanza attiva. La Commissione europea ha proposto di proclamare il 2013 “Anno europeo dei cittadini” per sottolineare il 20esimo anniversario dell’introduzione della cittadinanza dell’Unione europea nel trattato di Maastrict. Le principali organizzazioni e reti della società civile si sono unite e hanno creato l’Alleanza AEC2013 per  avanzare  proposte  rivolte  a  collocare  la  cittadinanza  europea  al  centro  dell’agenda  politica dell’UE. Facendo affidamento sull’esperienza e le conoscenze dei suoi membri che continuamente operano perché la cittadinanza diventi una dimensione permanente e trasversale del processo decisionale, dell’attuazione e della valutazione delle politiche pubbliche europee, l’Alleanza AEC2013 ha operato in gruppi di lavoro per  promuovere attività con impatto sulla costruzione di un’Unione europea dalla parte dei cittadini, che non sia più ristretta solamente a preoccupazioni di natura economica e che faciliterà e sosterrà varie espressioni e la mobilitazione della cittadinanza attiva. 

La riunione conclusiva dell’Alleanza Italiana per l’Anno Europeo dei Cittadini 2013 si è svolta lunedì 9 dicembre presso l’Università degli Studi di Roma Tre – Dipartimento di Scienze Politiche. Durante la riunione sono stati presentati i documenti elaborati dall’Alleanza Italiana per l’Anno Europeo dei Cittadini e i lavori dell’Alleanza europea “Verso l’assemblea di Vilnius”.

Antonella Valmorbida (ALDA), Stefano Milia (CIME), Anna Maria Donnarumma (PRO.DO.C.S. / FOCSIV -
Volontari nel mondo) sono poi stati  tra i delegati che hanno rappresentato “l’Alleanza italiana per l’Anno europeo dei cittadini” a Vilnius il 12 e 13 dicembre nella conferenza finale di chiusura dell’Anno europeo 2013. Un evento che ha visto confrontarsi più di 300 partecipanti su una grande varietà di temi relativi alla cittadinanza europea.

I lavori, a cui si è voluto dare il significativo titolo ”Come fare in modo che ogni anno sia un anno dei cittadini” si sono svolti presso la sede del Parlamento lituano (SEIMAS), ed hanno visto sia la Commissione europea che il Governo lituano (presidente di turno del Consiglio UE) rappresentati ad altissimi livelli.
Il programma alternava riunioni plenarie con 6 diversi panel di dibattito.

Tra le principali decisioni che sono state prese vi è quella che l’attività dell’Alleanza europea (EYCA) è destinata a continuare anche durante il 2014, in particolare per monitorare l’implementazione delle raccomandazioni elaborate durante l’anno e poi consegnate ufficialmente proprio a Vilnius alle istituzioni europee, ma anche per evidenziare il legame esistente tra cittadinanza attiva europea e la partecipazione alle elezioni europee.

 

Documento finale di proposta ed azione dell’Alleanza Italiana – Versione integrale (.pdf)

Documento finale di proposta ed azione dell’Alleanza Italiana – Versione sintetica italiana (.pdf) e inglese (.pdf)

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee