Stia al suo posto!

I ragazzi e le ragazze delle scuole elementari e medie di Bologna e provincia inventano multe morali per sanzionare il parcheggio selvaggio

manifesto stia al suo postoIl progetto "Stia al suo posto!" ha l'obiettivo di sanzionare chi ignorando i bisogni altrui occupa abusivamente uno spazio riservato ai pedoni o ai portatori di handicap. Auto parcheggiate abusivamente sulle aree di sosta riservate agli handicappati oppure davanti allo scivolo del marciapiede; veicoli, scooters, biciclette... ostacoli che, anche quando sono superabili, creano situazioni di disagio e, spesso, di pericolo.

I pedoni non sono gli altri. Siamo tutti pedoni. I disabili non sono "gli altri". Tante sono le persone che, in modo permanente o solo occasionale, hanno una mobilità limitata, a partire dagli anziani per arrivare ai genitori col passeggino. Contro il loro diritto a muoversi ogni giorno vengono eretti "muri di inciviltà". Muri che possono essere abbattuti: prima di tutto nella testa delle persone.

E allora per far riflettere sul senso civico e sul rispetto delle regole e degli spazi comuni a chi si comporta in modo scorretto "Stia al suo posto!" ha chiesto ai ragazzi e le ragazze delle scuole elementari e medie di Bologna e provincia di inventare "multe morali".

Per esprimere in modo simpatico, pacifico e fantasioso la richiesta di rispetto per gli spazi comuni.

Le opere migliori, selezionate attraverso un concorso, verranno utilizzate venerdì 21 maggio quando i ragazzi e le ragazze di Bologna, Bazzano, Casalecchio di Reno,  Castel di Casio, Castelmaggiore, Minerbio, Monghidoro e Zola Predosa, con l'aiuto della Polizia Municipale, multeranno simbolicamente gli automobilisti indisciplinati.

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee