Articoli

Parole gentili, per una città che si vuole bene

Parole gentili, per una città che si vuole bene: stanno apparendo in questi giorni nelle scuole della città e sono brevi testi che i dirigenti scolastici bolognesi hanno dedicato alle parole che, in una città affettuosa, dovrebbero imperare nelle relazioni tra le persone ma che spesso vengono dimenticate. Scusa, Grazie, Ha bisogno?, Prego, ma anche  in generale l'idea della mitezza nel mettersi in rapporto con gli altri.
Sei i dirigenti scolastici coinvolti, Paolo Bernardi del Rosa Luxemburg, Mauro Borsarini del Liceo Righi, Marina Battistin, Stefano Mari, Filomena Massaro e Rossella Fabbri che dirigono diversi Istituti Comprensivi della città, che hanno dedicato testi e riflessioni sul dire “grazie o “prego”, chiedere scusa o aiuto agli altri... Espressioni che, come scriveva anni fa Massimo Gramellini "Sono una forma mentale, oggi quasi estinta, utile ad ammorbidire le asprezze della vita quotidiana. Ciascuna di queste espressioni, e dei gesti che spesso le accompagnano, sono una pennellata di grasso sugli ingranaggi esistenziali. Un balsamo che non migliora le cose, ma consente di affrontarle per quel che sono, senza dovervi aggiungere lo sconforto che sempre ci assale quando abbiamo la sensazione di andare contromano". 

 

I testi sono stati pubblicati su locandine (in totale 12.000, 2.000 per opera) che saranno affisse anche nelle scuole e nelle pensiline del trasporto pubblico grazie alla collaborazione di Tper. Gli studenti saranno invitati a proporne la lettura anche negli spazi condominiali.

Altre opere saranno selezionate tramite un concorso rivolto a tutti gli studenti bolognesi. Testi dei dirigenti e degli studenti saranno raccolti in un libretto. La scadenza per inviare opere è la fine di aprile.
La scuola è la principale protagonista di “Parole gentili“. Un modo per sottolinare la sua centralità su un tema fondamentale come l'educazione civica.

“Parole gentili” è un progetto promosso dal Centro Antartide reso possibile dalla Fondazione Carisbo, da Conad, Manutencoop e Coop Adriatica. L'iniziativa è parte del progetto “La città civile” promosso dal Centro Antartide allo scopo di contribuire al rilancio del senso civico.

Newsletter

Per essere sempre informato sulle nostre attività iscriviti alla newsletter

Le nostre reti

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee