Pellicole per l'ambiente 2010: Imbottigliàti!

La settima edizione di Pellicole per l'ambiente vuole affrontare due temi in parallelo, che sembrano lontani ma hanno molto in comune: l'acqua e la plastica.

Risorsa alla base della vita la prima, simbolo dei consumi di massa dell'era moderna la seconda, queste due sostanze entrano in contatto in “una delle più grandi operazioni di marketing del nulla dei nostri tempi: l'acqua in bottiglia”. Almeno così la pensa il regista Ian Captioned, il cui bellissimo documentario verrà proposto in rassegna.

Dunque l'acqua e la plastica saranno le protagoniste delle pellicole presentate e dei laboratori in classe, come sempre declinati secondo le età e le competenze dei partecipanti. Questo permetterà anche di avere anche filmati discretamente diversificati tra loro aumentando la possibilità di presentarli ai festival.

Per le scuole primarie il lavoro didattico sarà incentrato intorno alla riflessione sull'acqua come bene prezioso partendo da quella che arriva nei nostri rubinetti. Parte delle riprese potrà essere eventualmente realizzata in un punto di captazione o in un potabilizzatore Hera, la quale potrà  mettere a disposizione dei ragazzi e delle scuole borracce o brocche per modificare l'abitudine di bere l'acqua naturale in bottiglia.

Con le scuole secondarie di primo grado si approfondirà il tema del processo a monte: dalla produzione di plastica  all'imbottiglamento dell'acqua, dall'emissione di  CO₂ per trasportarla a quella per smaltirla.

Con le secondarie di secondo grado si lavorerà invece intorno alle ragioni che hanno favorito lo sviluppo dei contenitori plastici e dei danni che causano quando vengono abbandonati nel mare, cioé in acqua, come accade in molti paesi del mondo.

I temi dei film

La scelta di quest'anno è di privilegiare il linguaggio del documentario nel senso più moderno del termine: grazie a Micheal Moore il film-documento è tornato in auge ed ha preso nuovo slancio, si è svecchiato e sa essere accattivante, profondo e divertente allo stesso tempo.
I due documentari proposti sono ancora inediti in Italia nonostante abbiano ricevuto molti premi nel mondo. E' anche l'occasione per dimostrare ai ragazzi che un documentario non è necessariamente un genere monotono e noioso. Per le elementari la scelta è caduta su un film di animazione italiano, uno dei rarissimi esempi.

I Focus

Altra novità di quest'anno è che il Focus on si fa in due: la mattinata di approfondimento non sarà più solo dedicata alle secondarie di secondo grado ma anche a quelle di primo grado e il momento di confronto tra esperti ed i ragazzi si svilupperanno in maniera più dinamica e creativa.

Per partecipare

Occorre leggere ATTENTAMENTE la scheda di adesione, compilarla e inviarla al Centro Antartide unitamente alla LIBERATORIA SULL'UTILIZZO DELLE IMMAGINI della classe, senza la quale non è possibile accedere ai laboratori. Gli insegnanti verranno contattati per concordare la data del laboratorio. Per semplificare le procedure quest’anno sono stati stabiliti i seguenti costi:

  • PROIEZIONE E LABORATORIO DIDATTICO VIDEO    100 EURO A CLASSE
  • FOCUS ON                                  50 EURO A CLASSE

 

I film abbinati al laboratorio a scuola

  • Scuole primarie - mercoledì 24 novembre 2010
    I Cuccioli e il Codice di Marco Polo
    Regia di Francesco e Sergio Manfio , Animazione, Italia 2010, 99 min.
    Maga Cornacchia odia Venezia ed ha intenzione di usare i suoi trucchi del Palazzo della Magia per prosciugare la laguna e trasformarla in una città come tutte le altre, con le strade al posto dei canali e motorini e macchine al posto di gondole e barche... Una metafora della nostra vita senza l'acqua e senza la bellezza, in un raro caso di cinema d'animazione Made in Italy.
  • Scuole secondarie di primo grado – giovedì 25 novembre 2010
    Recipes for Disaster (Ricette per il disastro)
    Regia di John Webster , Animazione,Finlandia 2008, 85 min., versione con sottotitoli
    Il consumo annuo mondiale di petrolio corrisponde alla quantità di acqua che passa dalle cascate del Niagara in 25 giorni: ma si può vivere senza usare i derivati del petrolio, per non incrementare l’emissione di CO₂? Il regista, sua moglie e i due figli ci provano... Un film dolorosamente divertente sui nostri difetti e sulle tante piccole azioni che, senza accorgercene, hanno creato e aggravato la crisi ecologica.
  • Scuole secondarie di secondo grado - venerdì 26 novembre 2010
    Addicted to Plastic (Dipendenti di plastica)
    Regia di Ian Captioned, Canada 2007, 87 min., versione con sottotitoli
    Negli ultimi cento anni la plastica ha rivoluzionato, nel bene e nel male, la vita dell'uomo. Oggi, in una zona tristemente denominata Easter Garbage Patch, nel Pacifico, tonnellate di rifiuti di plastica vengono radunati dalle correnti con danni irreparabili all'ecosistema. Ian Connacher, dopo tre anni di riprese accattivanti in dodici nazioni, mostra storia, rischi e retroscena della diffusione della plastica.

I focus on abbinati ad approfondimento al cinema

  • Focus on secondarie di primo grado – lunedì 22 novembre 2010
    Recipes for Disaster (Ricette per il disastro)
    Regia di John Webster , Animazione,Finlandia 2008, 85 min., versione con sottotitoli
    Dopo la proiezione incontro-laboratorio con esperti di materali eco-compatibili
  • Focus on secondarie di secondo grado – martedì 23 novembre 2010
    Addicted to Plastic (Dipendenti di plastica)
    Regia di Ian Captioned, Canada 2007, 87 min., versione con sottotitoli
    Dopo la proiezione alcuni esperti risponderanno alle domande degli studenti

I video realizzati quest'anno

I siti dei nostri progetti

 

 

Consumabile vacanze coi fiocchi forum risparmio idrico wataclicsiamo tutti pedoniambiente si laureala città civilefrequenze sostenibilipellicole per l'ambientegreen nightEcosistemi mobiliItalia ti voglio beneTheory & Practise: Sustainable use of water - A European Challengee